La Penna d'Oca

Gli Strumenti per Scrivere parte 1

Nel corso dei  secoli, gli Amanuensi si avvalsero per scrivere di uno strumento molto particolare: la penna d'oca, antenata della nostra attuale stilografica.

La penna d'oca, per poter scrivere,  doveva essere sottoposta ad un trattamento particolare : occorreva metterla a mollo e lasciarla per alcuni giorni in una soluzione acida (es. aceto) in modo che diventasse elastica e poi bisognava tenere solo il tubetto centrale, ciè quello attaccato alla pelle,  tagliando via la punta della penna in quanto inutile.

Una volta persa la sua rigidità, la penna doveva essere riscaldata ad un livello critico: non troppo altrimenti la penna si sarebbe bruciata, né troppo poco altrimenti il procedimento non sarebbe avvenuto.

In questo modo la penna diventava  trasparente ed elastica, ma al contempo resistente.

Infine, occorreva prendere una lama ed effettuare un taglio che conferisse alla penna la struttura di un pennino.